Aggiornamento e qualche retroscena…

Quanto è lento il lavoro al Comune!!
Per realizzare qualcosa occorrono innumerevoli commissioni consiliari (non sempre gestite in modo produttivo…) e tanta, tanta, tanta tenacia.

Io non mollo finché non realizzo quello che ci siamo prefissati.

Bilancio Sociale: se il presidente della Commissione Bilancio non mette all’ordine del giorno il punto, non si discute. Eppure la volontà di tutta la commissione era unanime!!

Asili Nido: ho fornito i miei elemnti di modifica, ma per un “qui pro quo” tra Assessore, Dirigenti e Funzionari, e la Commissione è andata a nulla di fatto. Saremo costretti a convocarne di straordinarie. Ho piantato una grana infinita tanto che subito dopo la commissione hanno fatto una riunione di maggioranza.

Cultura: tutto terribilmente a rilento. Il Dirigente Della Penna (burbero e testardo, ma appassionato e deciso) ci ha illustrato una situazione a dir poco sconcertante, con tantissimi quadri e reperti antichi negli “scantinati”, lasciati a rovinarsi invece di farli ruotare nello spazio museale della Pinacoteca Comunale, per non parlare di Satricum, di Regolamenti mai redatti…

Nel frattempo abbiamo avuto l’udienza per il nostro ricorso al tribunale civile per rimuovere l’incompatibiltà di Di Giorgi (contemporaneamente consigliere regionale e sindaco).

Qui vi devo raccontare dei retroscena.
È incredibile: davanti a noi dicono certe cose, ai giornali dicono altre. Mignano (il Capo di Gabinetto) viene a trattare con noi, ci propone le dimissioni di Di Giorgi e il giorno dopo Di Giorgi dice ai giornali che “finché il PD non ritira il ricorso io non mi dimetto“. 
Venerdì pomeriggio l’avv. Mignano ci porta personalmente le dimissioni autografe del sindaco che noi alleghiamo al documento che diamo lunedi mattina al giudice per certificare che è avvenuta la rimozione dell’incompatibilità. E il sindaco? Nella conferenza stampa alle 13:00 dice che apprezza il senso di responsabilità del PD che ha RITIRATO IL ricorso in seguito al quale lui ha presentato le sue dimissioni.
Alle 15:00 abbiamo convocato il giornalisti, e il nostro avvocato (Daniela Fiore) ha dimostrato con le carte che le dimissioni erano avvenute prima dell’udienza…
Lascio a voi le considerazioni…

Un altro versante su cui sto lavorando è la macchina amministrativaPensate, non c’è un sistema informatico integrato al Comune di Latina che consenta agli uffici dei diversi settori di interagire scambiando dati e pratiche.
Nel comunicato che spero domani verrà pubblicato dai giornali locali le mie analisi e le mie proposte che riporto 
in questo link.
Comune, una macchina burocratica ottocentesca.

Aggiornamento e qualche retroscena…ultima modifica: 2012-03-19T21:26:00+01:00da nicoletta.z
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento