RENZI e la Città del Novecento

Una bella vittoria quella della proposta di Renzi a Latina.
renzi,latina,primarie,zuliani

Nessuno ci credeva.

Sostenuta da soli tre consiglieri comunali (Zuliani e Cozzolino del PD e Fioravante) e da un gruppo di appassionati del PD (Valente, Ciarlo, Gava, Pannone) e da free-runners come Daniel Moscarino, Roberta, Monica e dal comitato GEA (donne per Renzi) il sindaco fiorentino ha conquistato Latina.

Ma l’accezione della parola “conquista” non è quella che ha a che fare col conquistatore che va e si prende una città.
La conquista è quella di ogni cittadino che ha scelto una persona che dice cose che nessuno aveva avuto il coraggio di dire, e le ha dette con una voce chiara e netta.

Si è vista la sorpresa di chi ascoltava parole come “rottamazione” riferita a “intoccabili“, nominati uno per uno. Ho parlato e riscontrato il rinnovato entusiasmo di tanti che pensavano che il PD si fosse sopito, e invece dimostra di essere ancora vivo e capace di attrarre molti.

renzi,latina,primarie,zuliani
Ricorrenti le domande “Perché il mio partito non ha chiesto per primo il taglio delle indennità ai parlamentari, doppi vitalizi, dell’aumento indiscriminato dei contributi ai partiti nella regione Lazio?” “Perché il PD non vuole il ritorno delle preferenze?”

Alcuni intellettuali di sinistra snobbano la semplicità del linguaggio di Renzi dimostrando però grande distanza dagli elettori italiani. Il Partito Democratico ha dimostrato che davvero crede e investe nella democrazia, quella vera, quella che chiama il popolo ad esprimersi. E averlo fatto ora forse anche costretti dal fenomeno innescato da Renzi, conferma il Partito Democratico l’unico baluardo di serietà in questa desolante landa politica.

Negli altri paesi l’alternanza è una realtà.

renzi,latina,primarie,zulianiElettori italiani che hanno tutto il diritto di esercitare alternanza di voto.

Si, alternanza.


Perché ognuno dovrebbe votare GUARDANDO AL RISULTATO di chi ha governato, prima, e poi alle PROPOSTE per il futuro mandato.

Se pensiamo che il voto dei comuni cittadini debba essere “fidelizzato” alla stessa segua del tifo per la squadra del cuore, allora la situazione di stallo sarebbe certa e porterebbe alla morte della politica. E ci siamo andati vicino.

Ecco perché oggi abbiamo un governo tecnico.

L’alternanza fa bene alla politica e alla partecipazione.

Queste primarie hanno provocato una partecipazione che non si vedeva dal tempo della fondazione del Partito Democratico.
Queste primarie hanno generato la grande vitalità e senza Renzi sarebbero state, a mio avviso, grigie e sotto traccia.
Queste primarie hanno ridestato la speranza di tante persone che ritenevano i dirigenti attuali del PD corresponsabili del degrado della politica
Queste primarie hanno portato giovani e gente non strutturata dentro un progetto politico per l’Italia, quello del PD. Ed è gente per bene, entusiasta, e generosa.
Renzi ha dichiarato lealtà e fedeltà al suo partito, e non ha chiesto nulla in cambio.
Renzi ha avuto un successo incredibile a Latina, nonostante tutti i maggiorenti del partito fossero per Bersani.

E quando il risultato esce fuori dai canoni dei pronostici, vince la vera partecipazione. Vince la vera politica.

renzi,latina,primarie,zuliani

RENZI e la Città del Novecentoultima modifica: 2012-11-26T22:07:00+01:00da nicoletta.z
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “RENZI e la Città del Novecento

  1. è un risultato parziale e di buon auspicio, senza dubbio, che mi/ci responsabilizza e ci indica di continuare sulla strada della proposta politica, perché di questo si tratta!
    una proposta che questa settimana ha bisogno del sostegno e della partecipazione anche di chi ancora indeciso o distratto non ne ha capito la portata. @nicoletta grazie del simpatizzante sino ad ora non me lo aveva mai detto nessuno:)

Lascia un commento